Quali sono le migliori innovazioni nel 2019 per le auto tech?

Gli sviluppi della tecnologia stanno influenzando in maniera pesante il settore dell’automobile: scopriamo quali sono le migliori innovazioni nel 2019

Il settore automobilistico è uno fra quelli maggiormente investiti dagli enormi passi avanti compiuti dalla tecnologia: ripensare alle auto di 30 anni fa e confrontarle con quelle moderne fa quasi impressione, poiché le vetture di ultima generazione sembrano proiettare gli automobilisti in una nuova dimensione. Ecco perché può essere utile fare una sorta di recap e scoprire quali sono le migliori innovazioni per le auto tech nel 2019 ma soprattutto per gli anni a venire, poiché mai come in questo settore ciò che è nuovo oggi può risultare superato – o ampiamente implementato – nel giro di pochissimo tempo. L’auto a guida autonoma stuzzica la fantasia di tanti ma non è l’unica innovazione in vista: fra 5G, intelligenza artificiale e veicoli connessi, ecco cosa ci attende nel prossimo futuro.

La mobilità si innova: ecco come

Fino a non molto tempo fa l’auto era vista semplicemente come un mezzo di trasporto in grado di portarci da un punto A a un punto B, oggi il suo compito non è cambiato ma è il come ci porta da un punto ad un altro ad essere stato totalmente trasformato dalle innovazioni tecnologiche. Impossibile ovviamente non cominciare questa disamina sulle novità introdotte nel settore auto dalla guida autonoma, poiché proprio nel corso del 2019 hanno iniziato a circolare – seppur ancora in forma di prototipo – le primissime vetture che si guidano da sé, prima però di vederle commercializzate bisognerà attendere ancora qualche tempo. Nell’attesa, già ora le auto possono mantenere costante la velocità impostata, deviare la traiettoria se si sta superando la linea di demarcazione della propria corsia e frenare in caso di ostacoli improvvisi alla marcia. Sono funzioni destinate poi a far parte delle vetture che trasformeranno tutti gli occupanti del mezzo in semplici passeggeri.

Internet of Things: vetture smart

L’altra grande frontiera tecnologica in rapido sviluppo è l’Internet of Things, vale a dire l’internet delle cose, applicato alle abitazioni ma anche alle automobili. Qui però l’innovazione non riguarda solamente i veicoli, perché sono coinvolte pure le infrastrutture stradali che devono essere riviste e modernizzate per poter ampliare le funzioni delle vetture. Tale novità non potrà che passare dall’evoluzione della rete 5G, i cui primi esperimenti sono già cominciati in numerose cittadine italiane. Tra le azioni che le vetture smart potranno compiere ci sono l’assistenza nella gestione della potenza e delle fasi di frenata in situazioni problematiche (ad esempio fondo stradale con poca aderenza) oppure chiamare i soccorsi in caso di incidente, segnalando correttamente la posizione in cui questo è avvenuto grazie ai localizzatori GPS. La sicurezza, insomma, verrà sempre al primo posto nelle vetture del domani.

Vetture cucite addosso al conducente

Il rapporto fra auto e conducente diverrà sempre più stretto, dato che le vetture in futuro si metteranno in moto grazie al riconoscimento facciale, dunque niente più chiavi, nemmeno per entrare in macchina visto che saranno sufficienti le impronte digitali. Rubare tali veicoli, quindi, diventerà praticamente impossibile. Durante la guida si potrà poi contare sul monitoraggio degli occhi, per evitare i colpi di sonno: in caso di eccessivo rilassamento, infatti, il sistema emetterà dei suoni per richiamare l’attenzione dell’automobilista alla guida. I dispositivi di controllo verranno implementati non solo per il conducente ma anche per la vettura, così da garantire una verifica costante dello stato di salute del mezzo meccanico per ridurre il rischio di rotture o guasti e prevenirli in anticipo. Non abbiamo fatto cenno ad auto ibride e elettriche perché non sono più una “novità” in senso stretto, bensì una realtà dei nostri giorni e fra quest’anno e il prossimo se ne vedranno sempre di più nelle nostre strade.

You may also like...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *