Salone dell’automobile di Ginevra: novità e numeri del 2019

Nell’edizione 2019 il Salone di Ginevra ha richiamato oltre 600 mila visitatori, bilancio giudicato positivo nonostante il calo rispetto all’anno precedente

Il Salone dell’automobile di Ginevra 2019 ha registrato un afflusso complessivo di oltre 600 mila visitatori (per la precisione 602 mila), giudicato dagli organizzatori positivo nonostante il calo di quasi il 10% in confronto all’edizione del 2018. Soddisfatti anche gli espositori, e proprio riguardo questi ultimi la kermesse ginevrina ha fatto segnare una sorta di primato: sono stati ben 34 quelli nuovi che si sono presentati per la prima volta al pubblico durante il salone internazionale, provenienti da ogni parte d’Europa. Durante l’89esima edizione del Salone di Ginevra hanno infatti debuttato l’estone Nobe Cars (ideatrice di un’auto elettrica a tre ruote), la russa Aurus (specializzata in limousine) e l’italiana Puritalia. Diverse le novità in grado di destare l’interesse dei visitatori.

I numeri della manifestazione

Sono stati 151 i prodotti presentati in anteprima europea o addirittura mondiale nel corso della manifestazione conclusasi lo scorso 17 marzo, descritti dagli oltre 10 mila giornalisti e addetti accreditati che hanno visitato il Salone. Alla copertura della stampa si è aggiunta quella social, che ha permesso alla kermesse di sfiorare 6 milioni di visualizzazioni per quanto riguarda i contenuti postati su Instagram durante gli 11 giorni di esposizione. Gli account social hanno fatto da traino portando circa 1,5 milioni di persone ad accedere al sito del Salone di Ginevra. Oltre la metà dei visitatori presenti a Ginevra erano stranieri e provenienti da tutto il mondo. Se il numero delle presenze fisiche è in calo, quello concernente le interazioni social è invece in crescita e indica la strada del futuro: un salone dall’approccio più multimediale, in grado di offrire contenuti di interesse sia a coloro che sono presenti in loco, sia a chi segue l’esposizione a distanza.

Esperienza sempre più ravvicinata

In particolare, fra i visitatori giunti a Ginevra è stata molto apprezzata l’esperienza ravvicinata e diretta che hanno offerto alcuni stand, nello specifico la chance di provare simulatori di guida di auto sportive accessibili nella vita di tutti i giorni solo ai più facoltosi. Così si spiega l’interesse maggiore verso gli spazi espositivi di McLaren, TAG Heuer e Renault, dove erano appunto presenti tali simulatori che molti visitatori hanno voluto provare. Un’ulteriore indicazione per il futuro per gli organizzatori: la possibilità di testare con mano i prodotti mostrati al Salone è una delle chiavi per incuriosire e attrarre pubblico, quindi è lecito pensare che nei prossimi anni verrà ulteriormente implementata tale opportunità che permette di far vivere ai visitatori tutti gli aspetti che riguardano la mobilità a 360 gradi.

Le novità più apprezzate

Fra le novità più apprezzate dal pubblico del motor show ginevrino troviamo la nuova Giulietta di Alfa Romeo, rivista in chiave sportiva con un’estetica più accattivante e aggressiva. Audi ha invece presentato il concept di un crossover compatto con motore elettrico capace di assicurare un’autonomia di circa 400 chilometri e prestazioni paragonabili a quelle di una vettura sportiva. Per celebrare il secolo di vita, Bentley ha mostrato al mondo un’edizione rinnovata in ottica moderna della prima vettura lanciata dal marchio e denominata Centenary Edition. Il brand, che ora appartiene a Volkswagen, nei suoi anni ruggenti fu in grado di vincere la 24 Ore di Le Mans per ben 4 volte di fila. Infine importanti novità anche in casa BMW: il costruttore tedesco ha presentato nella location di Ginevra la nuova serie 7, con un frontale ridisegnato e tutto nuovo rispetto al passato, e la 3 Touring, anch’essa rivisitata attraverso un deciso restyling.

You may also like...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *