Cosa sono le gomme rinforzate?

Cosa sono le gomme rinforzate? A cosa servono? Come possono essere riconosciute? Scopriamo tutto quello che c’è da sapere sui pneumatici rinforzati.

gomme rinforzate: cosa sono?

Quando si usa il termine gomme rinforzate, si intende un particolare tipo di coperture in grado di sostenere un peso – e un carico – superiore rispetto a quello standard di un veicolo. Tuttavia il concetto di pneumatici rinforzati è superato, poiché oggi molte cose sono cambiate. Nonostante questo termine risulti ancora utilizzato, anche nella versione inglese reinforced oppure nella sigla XL, oggi è sempre più raro ritrovarsi a che fare con gomme rinforzate, riconoscibili poiché sulla spalla è presente la dicitura “reinforced”, in quanto con l’introduzione dell’indice di carico è cambiata la tipologia di valutazione sul peso che i pneumatici possono sopportare. Attualmente per capire quanto carico una gomma può sostenere, si fa affidamento sull’indice di carico e il concetto di gomme rinforzate è stato accantonato.

Come sono cambiate le cose con l’indice di carico

Qualunque pneumatico oggi in commercio presenta l’indice di carico, che viene chiaramente indicato anche sulla spalla della gomma; la cifra relativa a questo valore è riportata dopo il diametro ed è espressa attraverso un numero che può andare da un minimo di 20 (pari a 80 chilogrammi, il peso massimo che può sostenere quella gomma singolarmente) sino a 120, che equivale a 1400 chilogrammi. Il valore riconosciuto come standard per le normali autovetture è 91, nel caso in cui però l’auto sia particolarmente pesante o monti un motore più potente, potrebbero essere necessarie gomme con un indice di carico superiore. In passato in tali circostanze si ricorreva ai pneumatici rinforzati, oggi molto più semplicemente basta acquistare un set di gomme con un indice di carico superiore, capaci per l’appunto di sostenere il peso maggiore del veicolo.

Le indicazioni del libretto di circolazione

L’eventuale necessità di pneumatici con un indice di carico superiore rispetto allo standard è inoltre chiaramente indicata nel libretto di circolazione, dove vengono riportati tutti i parametri consigliati per quel determinato tipo di veicolo, per cui sarà possibile trovare indice di carico 94, 96, 97 o anche superiore se il mezzo lo richiede. Sarà perciò sufficiente attenersi a tali indicazioni per assicurarsi gomme adeguate al proprio mezzo, senza bisogno di cercare la dicitura “reinforced”, caduta ormai in disuso con i pneumatici attuali. Nonostante questo termine sia utilizzato ancora oggi, si tratta semplicemente di un retaggio del passato in quanto l’indice di carico ha rimpiazzato il concetto di gomma rinforzata. Può capitare di sentirlo o leggerlo, ma l’unico parametro da osservare e rispettare al momento della scelta dei pneumatici è l’indice di carico, che come stabilito dal Codice della strada deve essere pari o in alternativa superiore a quello indicato nel libretto.

Quando montare gomme rinforzate (o con indice di carico superiore)

Le gomme rinforzate – o per meglio dire con un indice di carico superiore a quello standard – vanno montate solo se è esplicitamente indicato nel libretto di circolazione. Nel caso in cui non si montino gomme adeguate al tipo di veicolo, si può andare incontro a sanzioni pecuniarie o anche al sequestro del mezzo. Dato che il codice stabilisce che è possibile montare gomme con indice di carico superiore, si possono installare pure su una berlina pneumatici “rinforzati”, ovvero con indice di carico maggiore rispetto a quello previsto, senza avere conseguenze negative, se non marginali. Una gomma con indice di carico maggiore è dotata di una struttura più rigida che permette di aumentare l’impronta a terra del battistrada, incrementare la tenuta di strada, la stabilità in curva e la precisione. Fra gli effetti negativi vi è un minor comfort alla guida e un’ammortizzazione inferiore delle asperità presenti sul terreno.

You may also like...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *